Team

Ale

CEO & Co-Founder

Luca

Creative Manager

Ceci

CMO & Co-Founder

Meli

Account Executive

Dane

COO & Co-Founder

Ste

Art Director

Andre

Community Manager

Eli

Account

La nostra storia

In questa pagina di solito si scrivono tante belle parole, ad esempio siamo un’azienda leader o abbiamo grande esperienza.

Noi preferiamo raccontarti di Friendz, di come il sogno di tre ragazzi si è trasformato in un’azienda che lavora quotidianamente con grandi brand, con l’obiettivo di innovare il digital marketing.

Friendz è nata tra un caffè e una fetta di torta, nell’appartamento di Nonna Imelda, nella primavera del 2015, in un paesino sperduto nella provincia di Varese.

In quell’ambiente accogliente il nipote Alessandro, il suo storico compagno di liceo Daniele e una giovane ragazza tutta pepe di nome Cecilia hanno ideato un’applicazione con l’intento di rivoluzionare il modo di comunicare delle aziende sui social.

L’intuizione è semplice. I banner pubblicitari online sono sempre più fastidiosi e meno utili, mentre milioni di persone ogni giorno postano sui social network fotografie che involontariamente raccontano le aziende in modo creativo e coinvolgente.

Perché non unire le due cose? E così è nata Friendz.

Il lavoro da fare era tantissimo e ci sentivamo come su di una zattera in mare aperto.

Come si crea un modello di business? E come si scrive il codice di un’applicazione? E come si diventa assennati imprenditori? Ce lo chiedevamo di giorno e ci pensavamo di notte…

In fin dei conti abbiamo 25 anni, volevamo costruire qualcosa di rivoluzionario in uno dei mercati più competitivi del mondo e l’unica cosa su cui potevamo contare erano grinta e attitudine.

Ma eravamo determinati, così ci siamo dedicati da subito alla causa. Eravamo così determinati da immergerci a tempo pieno nel progetto. Ci siamo licenziati e abbiamo abbandonato le nostre carriere in multinazionale per inseguire il sogno.

Subito dopo si è aggiunto a noi un brillante studente di biotecnologie con il pallino per il marketing, Andrea, che poco dopo averci conosciuti ha appeso al chiodo provette e microscopi per unirsi alla grande avventura.

Parlavamo con chiunque del settore, partecipavamo a competizioni di start up, riempivamo fogli bianchi e ci improvvisavamo grafici, sviluppatori e venditori ottenendo cosi le prime attenzioni mediatiche e i primi successi.

Grazie a questi sforzi abbiamo vinto il Web Marketing Festival 2015, dove davanti a più di 2500 marketer e una giuria di potenziali investitori abbiamo portato a casa due primi premi per un totale di €20.000.

La vittoria ha attirato altri investitori, tra cui quello che ad agosto ha finanziato la nostra idea con i primi €60.000, permettendo lo sviluppo e il miglioramento dell’applicazione.

E così siamo partiti. L’app è apparsa sullo store di Android in versione beta e i download sono stati da subito migliaia. Le foto pubblicate dagli utenti Friendz erano tantissime e aumentavano ogni giorno di più.

Dopo qualche mese di test dell’applicazione le app sono state pubblicate ufficialmente su Play Store e Apple Store.

Era ottobre quando i primi grandi brand si sono interessati al nostro servizio e hanno iniziato ad acquistare le prime campagne pubblicitarie.

Ve li immaginate quattro 25enni alla prima esperienza imprenditoriale davanti al marketing di una grande azienda? Tensione alle stelle, ma è andato tutto bene!

Da quel giorno non ci spaventa più alcuna sfida.

Ad ottobre abbiamo deciso di trasferirci a Milano, il cuore del business italiano. Serviva un ufficio e anche una casa, così perché non unire le due cose e cercare una casa-ufficio E così è nata anche Casa-Friendz.

Vivere e lavorare insieme è un’esperienza che ci permette di restare focalizzati e crescere a velocità doppia.

A questo punto Friendz è andata ufficialmente sul mercato, il lavoro è aumentato a ritmi esponenziali ed il Team non bastava più. Era ora di allargarci, ma era necessario farlo nello stile Friendz.

Ci piace innovare qualsiasi processo, non solo quelli legati al nostro business. I colloqui standard per la selezione del personale non ci soddisfano, non fanno emergere la vera personalità di una persona.

Così i candidati si sono ritrovati ad una festa, dove tra una birra e l’altra hanno dovuto superare prove di abilità, creatività e public speaking, per poi ritrovarsi chiusi in una Escape Room con solo 60 minuti di tempo per uscire.

In questo modo si sono aggiunti alla squadra Luca, Melissa e Stefano.

Il 2016 è iniziato alla grande. Sempre più clienti ed una vittoria alla Wind Business Factor, che ci ha regalato un mese in Silicon Valley.

La nostra realtà è diventata sempre più ambiziosa, così ci siamo messi alla ricerca di un ulteriore supporto economico per raggiungere nuovi obiettivi di business.

A Giugno 2016 abbiamo chiuso un secondo round di finanziamento con un partner industriale di grande spessore. Ora abbiamo tutte le risorse, le carte in regola e la voglia per crescere.

Non vediamo l’ora di dimostrare tutto il nostro valore e la nostra voglia di vedere affermata quella che è diventata la nostra splendida realtà aziendale.

Questa è la nostra storia. Il futuro ci piacerebbe scriverlo con voi. Ci vediamo per la prossima campagna, sull’app!